Search

NEWS

webinar Cisas COMUNICAZIONE IN AREE A RI…

13-11-2020 Hits:175 Articoli Super User - avatar Super User

16-17 novembre 2020 La Conferenza presenta le esperienze del progetto CISAS assieme ad interessanti sviluppi nazionali e internazionali su comunicazione, governance e percezione del rischio.

Read more

COVID-19 e comorbidità, per non abbassar…

22-03-2020 Hits:2923 Articoli Super User - avatar Super User

di Alessandro Pingitore, Fabrizio Bianchi, Giorgio Iervasi

Read more

Comunicare e percepire il rischio nell'e…

22-03-2020 Hits:3110 Articoli Super User - avatar Super User

di Liliana Cori e Fabrizio Bianchi

Read more

Quarantena di massa yo-yo per un anno?

18-03-2020 Hits:3023 Articoli Super User - avatar Super User

di Luca Carra, Francesco Forastiere, Fabrizio Bianchi, Paolo Vineis, Rodolfo Saracci, Stefania Salmaso

Read more

L'insostenibile delicatezza dei modelli …

16-03-2020 Hits:3087 Articoli Super User - avatar Super User

di Fabrizio Bianchi.

Read more
More from this category

EpiAir2

 

EpiAir2 è un progetto iniziato nell’aprile del 2010 e finanziato dal Ministero della Salute (CCM, Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie). I risultati prodotti dal precedente studio (EpiAir), condotto dal Dipartimento di Epidemiologia della Asl di Roma e coinvolgendo 10 città italiane (Torino, Milano, Mestre-Venezia, Bologna, Firenze, Pisa, Roma, Taranto, Palermo e Cagliari), hanno evidenziato la necessità di prevedere in Italia un sistema di sorveglianza degli effetti dell’inquinamento atmosferico sulle popolazioni residenti nelle aree urbane.

Descrizione

In continuità con lo studio precedente, EpiAir2 analizza gli effetti sulla salute dell’inquinamento atmosferico coinvolgendo un numero maggiore di centri partecipanti (15 città italiane: Trieste, Genova, Ancona, Napoli e Bari, oltre a quelle incluse in EpiAir), aggiornando i rischi relativi al periodo 2006-2010, sfruttando quindi le informazioni ambientali più aggiornate ed esaminando anche il particolato PM2.5.

Attività

L’obiettivo generale del progetto è quello di mantenere ed allargare il sistema di sorveglianza degli effetti a breve termine dell’inquinamento atmosferico nelle grandi città italiane già avviato con il precedente progetto, individuando la popolazione suscettibile per fornire indicazioni ai programmi di prevenzione.
Tale obiettivo si consegue attraverso il raggiungimento di obiettivi specifici:
♦ OBIETTIVO SPECIFICO 1 (coordinamento UO 1): Mantenere ed allargare il sistema di sorveglianza raccogliendo le caratteristiche ambientali (singoli inquinanti e dati meteorologici) con rilevanza sanitaria delle 15 città partecipanti già implementato nel precedente progetto.
♦ OBIETTIVO SPECIFICO 2 (coordinamento UO 1, UO 2 e UO 5): Raccogliere in modo sistematico i dati relativi ai fenomeni sanitari rilevanti (mortalità e ricoveri ospedalieri per causa) nelle grandi città italiane, assieme alle caratteristiche individuali demografiche, sociali e sanitarie per la definizione dei fattori di suscettibilità.
♦ OBIETTIVO SPECIFICO 3 (coordinamento UO 20): Produrre rapporti con la stima totale e città specifica degli impatti sanitari (mortalità e ricoveri ospedalieri per causa) attribuibili all’inquinamento.
♦ OBIETTIVO SPECIFICO 4 (coordinamento UO 4): Definire il profilo di caratterizzazione e la composizione del particolato urbano nelle diverse città in termini di origine (primaria e secondaria) e composizione chimica.
♦ OBIETTIVO SPECIFICO 5 (coordinamento UO 3): Valutazione dell’efficacia degli interventi di contenimento dell’inquinamento atmosferico (limitazione delle emissioni, limitazione della circolazione, modifiche della mobilità).
♦ OBIETTIVO SPECIFICO 6 (coordinamento UO 19): Comunicazione e Disseminazione dei risultati: Aggiornamento delle linee guida dirette agli operatori sanitari per la interpretazione delle ricerche scientifiche sull’inquinamento atmosferico; predisposizione e implementazione di un sito web dedicato per la visione dei risultati scientifici del sistema di sorveglianza e delle linee guida predisposte.

Documenti

Partner

♦ Unità Operativa 1: Centro Regionale per l’epidemiologia e la salute ambientale – ARPA Piemonte
♦ Unità Operativa 2: Dipartimento di Epidemiologia – Servizio Sanitario Regionale Regione Lazio
♦ Unità Operativa 3: Servizio di epidemiologia – ASL 10 Firenze
♦ Unità Operativa 4: Sezione Inquinamento atmosferico – ENEA Bologna
♦ Unità Operativa 5: Centro per la prevenzione Oncologica Piemonte
♦ Unità Operativa 6: ASL Bologna
♦ Unità Operativa 7: Servizio di Epidemiologia – ASL Milano
♦ Unità Operativa 8: Università di Padova – Dipartimento di Medicina Ambientale e Sanità Pubblica
♦ Unità Operativa 9: Università di Udine – Osservatorio epidemiologico ambientale Regione FVG
♦ Unità Operativa 10: IST Genova
♦ Unità Operativa 11: ISPO Toscana
♦ Unità Operativa 12: Dipartimento Biologia – Università di Pisa
♦ Unità Operativa 13: Epidemiologia Ambientale – ARPA Marche
♦ Unità Operativa 14: Epidemiologia Ambientale – ARPA Puglia
♦ Unità Operativa 15: Istituto di Fisiologia Clinica CNR Salento
♦ Unità Operativa 16: Osservatorio Epidemiologico – Regione Campania
♦ Unità Operativa 17: Osservatorio Epidemiologico – Regione Sicilia
♦ Unità Operativa 18: Osservatorio Epidemiologico – Regione Sardegna
♦ Unità Operativa 19: Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Biomedicina e Immunologia Molecolare (IBIM) – Palermo
♦ Unità Operativa 20: Dipartimento di Scienze statistiche – Università di Firenze

Calendario Eventi

Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Please publish modules in offcanvas position.

Free Joomla! template by L.THEME