Search

NEWS

Bianchi (IFC\CNR Pisa) a Radio Rai 1 su …

13-10-2019 Hits:6 Articoli Super User - avatar Super User

“Qui veniva prodotto l’erbicida FS1”, racconta Fabrizio Bianchi di IFC\CNR Pisa ai microfoni di Radio Rai1.  Siamo tra i Comuni di Massa e Carrara, un tempo grande polo industriale, oggi questo...

Read more

PFAS e alimenti, storia di una contamina…

27-09-2019 Hits:173 Articoli Super User - avatar Super User

Le PFAS sono un problema sempre più impellente per i rivenditori di generi alimentari, le catene di ristoranti e fast food, le aziende di imballaggi alimentari e i fornitori di...

Read more

Centrale a carbone di Vado Ligure: per i…

03-09-2019 Hits:191 Articoli Super User - avatar Super User

Nell'area della centrale a carbone Tirreno Power a Vado Ligure – dismessa cinque anni fa – negli anni compresi tra il 2001 e il 2013, sono stati riscontrati eccessi di...

Read more

Mortalità e ricoveri associati alle emis…

30-08-2019 Hits:233 Articoli Super User - avatar Super User

Gli epidemiologi ambientali dell’Istituto di fisiologia clinica del Cnr di Pisa hanno svolto una ricerca sull’impatto della centrale di Vado Ligure, studiando la popolazione residente per 13 anni in 12...

Read more
More from this category

Cromo in Val di Cecina

Il progetto “Origine del Cromo esavalente in Val di Cecina e valutazione integrata degli effetti ambientali e sanitari indotti dalla sua presenza” è stato finanziato dalla Regione Toscana.

Descrizione

La prima fase del progetto aveva come obiettivi:
♦ studio del rischio ambientale proveniente dalla esposizione a matrici inquinate
♦ revisione epidemiologica sugli effetti sanitari correlabili agli inquinanti presenti nell’area in studio
♦ valutazione dello stato di salute della popolazione residente nella Val di Cecina attraverso indicatori di mortalità, di ospedalizzazione e di malformazioni congenite
La seconda fase dello studio aveva l’obiettivo di valutare la tendenza all’addensamento geografico di eventi di mortalità e di ricovero e identificazione di eventuali addensamenti anomali per le cause nosologiche riconducibili con sufficiente grado di persuasività ad inquinanti presenti nell’area in studio.

Attività

L’unita di ricerca di Epidemiologia ambientale e registri di patologia ha coordinato il progetto e ha effettuato lo studio sanitario.

Documenti

Report di prima fase
Report intermedio
Report di seconda fase

Partner

Fondazione Toscana Gabriele Monasterio
Osservatorio di Epidemiologia dell’Agenzia Regionale di Sanità
Dipartimento di Biologia, Università di Pisa
Arpat Pisa
Arpat Firenze
Ufficio Ambiente ASA LIVORNO

Calendario Eventi

Please publish modules in offcanvas position.

Free Joomla! template by L.THEME